Storia

Chirsa Cabernet Saperavi, l’ultima sfida.
Nata dalla passione imprenditoriale e, altresì, dalla magistrale intuizione “tecnica” secondo la quale l’abbinamento di un vitigno autoctono georgiano, di interessante profilo ampelografico, il Saperavi, con un altro mondialmente affermato, il Cabernet Sauvignon, avrebbe dato luogo ad un vino di altissimo pregio.
Così, direttamente dagli altipiani caucasici di Chirsa e di Gurjaani in Georgia, patria di origine della”Vitis Vinifera”, ecco entrare nei nostri calici un prodotto di grande qualità che riporta nel suo rosso mattone tutta l’antichità di questa vite e delle usanze di una terra lontana.
L’utilizzo delle grandi once in terracotta per la lavorazione del vino e la spremitura a mano fanno si che nel vino si ritrovi tutto il sapore di questa suggestiva terra.